#2 Le skill del futuro: conosciamole meglio

Di | 16 ottobre 2019

Una buona gestione delle competenze richiede una chiara visione strategica, che permette quindi di orientare l’identificazione di quelle skills che più saranno indispensabili nel futuro.

Quando una azienda decide di procedere verso la creazione di un modello gestionale, esistono diversi punti di attenzione da considerare. In particolare, alle Funzioni HR si consiglia di:

  • Guidare l’operazione come un progetto, quindi con un capo progetto e con dei veri clienti che aspettano risultati (che in questo caso sono i dipendenti)
  • Considerare attentamente gli obiettivi della azienda e delle unità organizzative che la compongono
  • Non smettere di cercare la soluzione una volta identificato il metodo di lavoro più adatto alle proprie esigenze. Il progetto non finisce lì. Puntiamo al pragmatismo, non alla sola ideologia!
  • Coinvolgere costantemente i diversi livelli di management
  • Non cercare di creare da subito un sistema completo. È più funzionale lavorare per fasi, considerando di procedere o in senso gerarchico o in senso funzionale.
skills futuro

La Funzione HR dovrebbe essere al servizio del business, attenta a indirizzare le decisioni dei manager nella costruzione di un sistema condiviso che aiuti tutti nelle quotidiani attività di people management.

Per questo motivo è necessario avere come riferimento uno schema logico che aiuti i diversi attori organizzativi a:

  • Comprendere quali competenze sono oggetto dell’intervento
  • Quanto esse siano congruenti con le esigenze aziendali
  • A che livello di profondità potrebbero essere declinate

Skills del futuro: il modello Cegos UK

Prendiamo, come semplice esempio, il modello che viene utilizzato da Cegos UK:

Adattabilità

Perché è importante: man mano che sorgono nuove soluzioni e processi, adottare un mindset flessibile è vitale per stare al passo con i cambiamenti che caratterizzano gli ambienti di lavoro.

Creatività

Perché è importante: per far crescere qualsiasi attività di business, la parola chiave è “creatività“, che si tratti di strategia aziendale, campagne di marketing o problem solving.

Collaborazione

Perché è importante: la capacità di collaborare in ambienti di lavoro sempre più internazionali è di crescente importanza.

Orientamento al cliente

Perché è importante: in un mondo digitale influenzato dai social media, un feedback negativo può essere visto da tutto il mondo. Assicurati che il customer care contribuisca all’esperienza positiva complessiva dei propri clienti.

People Management

Perché è importante: le aziende sono ambienti in costante evoluzione e le competenze manageriali devono essere sempre aggiornate. Non si tratta più di comandare o controllare, ma di guidare e formare le proprie risorse.

Capacità persuasiva

Perché è importante: avere una grande idea, strategia o prodotto è una cosa, fare in modo che anche i clienti ne percepiscano il valore è un’altra.

Sales Leadership

Perché è importante: buone competenze di vendita sono un asset che sarà sempre parte fondamentale di un’azienda. Il modo migliore per assicurarsi che un team di vendita funzioni è quello di avere un grande leader che lo gestisca. Per questo è importante avere a bordo un Sales Director in grado di guidare le vendite, motivare i membri del team e introdurre metodologie e strategie innovative.

Time Management

Perché è importante: la gestione efficace del tempo è essenziale, non c’è dubbio. È una di quelle competenze intramontabili, utili indipendentemente dal progetto a cui stai lavorando.

Conclusioni

Come puoi notare, abbiamo evidenziato per quale motivo ogni singola competenze è da ritenersi importante. Questo perché nelle diversi fasi di confronto aziendale è possibile che si sviluppino opinioni variegate in merito alla loro rilevanza. Ricordare i motivi per cui viene una skill viene considerata importante può aiutare nella gestione costruttiva delle divergenze.

Continua a seguirci! Nel prossimo articolo illustreremo il ranking creato da Cegos UK.

Ti sei perso la prima parte della serie dedicata alle skills del futuro? Vai all’articolo.

Per scoprire di più sul tema, consulta il programma del corso Training Manager: il ruolo del responsabile della formazione

/5 - Voir tous les avis

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti