Come migliorare la qualità delle virtual classroom?

Di | 12 maggio 2021


Articolo di Jonathan Mohadeb 


La maggior parte delle statistiche che leggiamo oggi sulle strategie di apprendimento post-pandemiche concordano con questa affermazione: per i propri dipendenti le aziende continueranno a incrementare la formazione in virtual classroom.

virtual classroom

Come fornire percorsi in virtual classroom sempre più efficienti?

Non possiamo attribuire tutta la responsabilità alla pandemia. Le virtual classroom sono apprezzate anche per altre caratteristiche, che già conoscevamo e che oggi abbiamo solo riscoperto. È vero che la modalità face-to-face sta gradualmente tornando, ma anche le classi virtuali continueranno a crescere.

Siamo pronti a raccogliere la sfida e incrementare le nostre capacità per fornire un numero esponenzialmente crescente di classi virtuali efficaci?

Facciamo un esempio. Essere un buon cuoco non significa essere pronto a sfamare un’intera città: è difficile moltiplicare la produzione per cinque, cinquanta o più senza comprometterne la qualità. Al contrario, si vorrà migliorare la qualità prima di espandersi così tanto.

Creiamo quindi una checklist dei punti da rispettare per apportare un miglioramento concreto alle nostre virtual classroom. Se stai leggendo questo articolo, molto probabilmente sei o uno stakeholder L&D (Responsabile della Formazione ecc.) o un fornitore di servizi L&D: questa lista è perfetta in entrambi i casi.

Spoiler alert: non si tratta di un elenco completo: qui parlo di appena 4 punti. Usa la sezione dei commenti per suggerirne altri!

Assicurarsi di avere la giusta tecnologia e infrastruttura

Partiamo dal punto più scontato e di cui probabilmente ti sei già occupato. In ogni caso, i tool a disposizione sono in continuo miglioramento e ne vengono rilasciati sempre di nuovi. Vale la pena mantenersi aggiornati e sperimentare! Lasciami condividere un aneddoto divertente: qualche anno fa un manager mi disse che non avevano abbastanza licenze per fornire classi simultanee. Il vero problema invece era che non avevano abbastanza banda! (A proposito, l’ho sperimentato anche io a casa durante il lockdown: il mio provider non aveva previsto che avrei avuto 5 riunioni virtuali audio e video complete in contemporanea sullo stesso router+modem…).

Considerare il fattore umano

Quando si comincia a “industrializzare” qualcosa, a volte la prima cosa che si perde è lo spirito. Stai già diventando più digitale: non dimenticare l’importanza di valorizzare parallelamente l’aspetto umano. Mettiamola così: la tecnologia ti dà solo più opzioni per relazionarti con il pubblico e la virtual classroom è pur sempre una interazione dal vivo.

Investite in formatori e produttori

Sono due i ruoli principali per assicurare il successo di una classe virtuale dal vivo. Innanzitutto, il formatore condurrà i partecipanti attraverso attività ed esercizi, essendo il “volto visibile” e il referente di contenuti e competenze. La didattica presenziale non è trasferibile così com’è nel digitale. Un formatore potrebbe essere bravo in entrambi gli ambienti, ma non è scontato e nemmeno necessario. L’importante è essere consapevoli delle differenze e scegliere gli specialisti più adatti alle proprie necessità. Il produttore, infine, è colui che controlla la partecipazione: allestendo la “stanza”, gestendo i poll, assicurandosi che tutti siano a proprio agio con la connessione, risolvendo problemi tecnici…

Pedagogia, didattica e buoni contenuti

Se vuoi che le persone imparino durante (e dopo) le tue classi virtuali, non si tratta solo di riunirle. Sarebbe troppo semplice. Nelle classi in presenza puoi prevedere sessioni di avvio e workshop di follow-up ma se stiamo parlando di classi virtuali, devi applicare principi e strumenti adatti alla metodolgia. Un consiglio è quello di proporre classi virtuali progettate per essere il più modulari possibile. Così facendo, sarai in grado di ricostruirle o usarle come parte di percorsi di apprendimento multipli.

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti