Ecco come i futuri leader spiccano il volo

Di | 14 ottobre 2020

Programma “Learn to Fly” di Barilla e Cegos

Cegos e Barilla hanno recentemente vinto l’oro nel prestigioso Brandon Hall Excellence Award come “Best Advance in Employee Engagement”. Qui, Jonathan Mohadeb racconta la storia di come il team di Cegos ha aiutato Barilla a sviluppare e rafforzare le competenze trasversali dei propri dipendenti.

La loyalty è importante per Barilla – azienda alimentare italiana a conduzione familiare – che lavora in quest’ottica fin dall’inizio della relazione con i propri dipendenti. Quale punto di partenza migliore per iniziare il processo di onboarding?

Barilla e Cegos hanno iniziato a collaborare nel 2017 per strutturare un programma di onboarding che preparasse giovani professionisti e altri nuovi assunti a future posizioni manageriali. L’azienda voleva condividere fin da subito i propri valori, promuovere un maggiore coinvolgimento, incoraggiare la fidelizzazione a lungo termine e aumentare la produttività.

Learn to Fly

Dopo aver esplorato diverse opzioni, abbiamo creato congiuntamente un programma chiamato Learn to Fly – una mix di apprendimento virtuale e face-to-face per aiutare le persone a sviluppare la propria efficacia personale, le proprie competenze comunicative e le capacità relazionali e decisionali.

Il programma aveva il compito di raggiungere due obiettivi fondamentali:

  • Rafforzare le competenze relazionali e analitiche dei dipendenti per aiutarli a risolvere problemi e prendere decisioni in modo più efficiente.
  • Sviluppare un percorso di apprendimento digitale che coinvolga i partecipanti in un’esperienza di apprendimento continua e variegata.

Il progetto Learn to Fly doveva riflettere i valori e la mission dell’azienda, racchiusi nel loro payoff: “Buono per te, buono per il pianeta“.

I partecipanti sono stati quindi incoraggiati a impersonare il cambiamento che vogliono vedere, ispirandosi alla passione, alla curiosità intellettuale e alla diversità.

Il percorso formativo ha quindi incorporati i valori di Barilla per far sì che i partecipanti possano viverli con autenticità, esercitando di volta in volta quanto appreso direttamente sul posto di lavoro.

Il decollo del programma

Negli ultimi tre anni abbiamo lavorato quindi al progetto Learn to Fly, distribuendolo a oltre 500 partecipanti in nove Paesi tra Europa e America.

I risultati sono stati estremamente positivi. Quando i partecipanti hanno valutato la loro esperienza, è emerso un tasso di soddisfazione medio di 4.2/5, considerato eccezionale per Barilla e nuovo benchmark per future iniziative L&D. Circa l’84% degli intervistati ha dichiarato che il programma era molto buono o eccellente, con un 38% che ha dato il punteggio più alto.

I contenuti del corso sono stati ben utilizzati e i partecipanti hanno commentato quanto fossero utili le nuove competenze acquisite per il proprio lavoro quotidiano. Leggendo i feedback vediamo i partecipanti affermare che il programma li ha aiutati “a imparare un nuovo metodo di comunicazione che aiuta a ottenere risultati coerenti, nel lavoro e nella vita personale”.

Da allora il programma è diventato ben noto tra tutta la comunità Barilla, e i partecipanti ora condividono un linguaggio comune attraverso aver preso il corso.

L’ingrediente segreto

Che cosa ha funzionato così bene in Learn to Fly? Barilla è conosciuta in tutto il mondo anche per le sue deliziose salse… c’era quindi un ingrediente segreto all’interno del programma che ha creato tanta soddisfazione?

Sono diversi gli elementi che hanno contribuito al successo di Learn to Fly.

  1. Il design generale del programma ruotava attorno a un modello variegato ma efficace, che assicurava impegno e ingaggio dei partecipanti fin dall’inizio. I contenuti, di altissima qualità, sono stati forniti attraverso modalità sia live e asincrone, permettendo sempre un elevato livello di interazione e un chiaro percorso di trasferimento delle competenze on-the-job, permesso dalla piattaforma digitale. Inoltre, l’intero progetto non ha previsto l’utilizzo di nessun materiale cartaceo (ma tutto rigorosamente digitale!) per coerenza con la mission orientata all’ecosostenibilità di Barilla.
  2. È stata creata una struttura centrale attraverso la collaborazione tra HR Director, Chief Supply Chain Officer, Chief R&D Officer e CEO America. Ciò è stato fondamentale per allineare globalmente il processo di induzione e trasmettere un linguaggio culturale coerente per tutto il programma. Ha inoltre aiutato Barilla ad armonizzare e stabilizzare i processi di reclutamento su scala globale.
  3. Learn to Fly è standardizzato in tutto il mondo. Il programma è lo stesso in ogni paese, compresi tutti i materiali di formazione (presentazioni, esercitazioni ecc.), che sono in inglese. Tuttavia, il contenuto può essere adattato, quando necessario, alla lingua e alle peculiarità culturali locali.

Uno degli esiti inaspettati del programma è stata la velocità con cui è cresciuto. Inizialmente progettato come un programma di onboarding per i nuovi assunti, Learn to Fly è stato successivamente esteso anche ad altri dipendenti dell’azienda.

Anche la formazione virtuale si è rivelata molto apprezzata ed è stata davvero provvidenziale durante il lockdown. Avendo già una solida struttura digitale, l’erogazione del programma formativo è continuata senza interruzioni.

Tale è stato il successo di Learn to Fly che è stato presentato ai Brandon Hall Awards, vincendo il premio Gold nella categoria “Best Advance in Employee Engagement’’. Scopri tutti i dettagli del premio e del progetto.


Se vuoi saperne di più su come possiamo aiutarti a sviluppare le soft skills nella tua azienda, visita il nostro sito web e contattaci.

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti