Incoraggia i tuoi dipendenti verso l’apprendimento permanente

Di | 23 settembre 2021

Stimolare il lifelong learning in azienda è diventata una necessità da parte degli specialisti HR per attirare e trattenere i talenti. Riveste un ruolo importante anche nella trasformazione delle organizzazioni. La domanda quindi non è tanto perché i dipartimenti L&D dovrebbero avere una politica di apprendimento permanente, ma come dovrebbero promuoverla. Tra questo articolo e quello successivo proponiamo alcuni suggerimenti da implementare o potenziare.

apprendimento permanente

Crea un ambiente favorevole all’apprendimento

Se vuoi che le tue persone imparino, è necessario portarle fuori dalla zona di comfort e proporre loro sfide che richiedono nuove abilità. Un vero miglioramento avviene infatti quando siamo costretti a fare le cose in modo diverso.

Ciò significa che l’ambiente ricreato deve essere sperimentale e protetto: ciò permette di incoraggiare la condivisione e la sperimentazione di nuove idee, a tutti i livelli. 

Un esempio potrebbe essere l’introduzione di un progetto “artistico”: l’attività contiene un elemento di novità che costringe a pensare fuori dagli schemi. 

Tuttavia, non per tutti i dipendenti è possibile partecipare ad attività extra. In questo caso, ci si può focalizzare sulla definizione di OKR (Objective and Key Results) e stretch goals, ovvero obiettivi molto ambiziosi che superano quelli reali. “Tirare” ancora di più i nostri obiettivi permette di spingerci verso nuovi livelli di performance, inducendoci a pensare a nuovi metodi e strategie. 

Predisporre queste attività formative in un safe environment serve a limitare la zona di disagio dei dipendenti, mentre capitalizzano ciò che hanno già imparato ed escono dalla zona di comfort. Progetti, OKR e stretch goals offrono opportunità uniche per sperimentare senza rischi. Eppure, le attività possono funzionare solo se l’ambiente è sufficientemente favorevole da far sì che i dipendenti si sentano “al sicuro”. Ciò e possibile:

  • Con attività di tutoraggio e sviluppo di competenze manageriali di supporto
  • Promuovendo iter di miglioramento continuo all’interno dei team (ad esempio le metodologie agili)
  • Condividendo in modo costruttivo i risultati, anche negativi 

Gli ambienti sperimentali vengono talvolta confusi per ambienti permissivi. Ma in realtà un ambiente sperimentale mantiene tutti i diritti e doveri del caso e implica uno sforzo di assimilazione attiva di quanto sperimentato.

Ripensare la tua offerta L&D: lifelong learning e mentalità di crescita

La creazione di situazioni adatte possano favorire attività formative altamente efficaci. Il compito del dipartimento L&D è quello di fornire gli strumenti per trasformare queste iniziative in lifelong learning:

  • Personalizzando le iniziative di formazione aziendale. Ad esempio può capitare una situazione del tipo: “Il progetto a cui sto lavorando in questo momento richiede che io sia competente nell’utilizzo di Excel. Ma la prossima formazione aziendale su questo tema avverrà tra tre mesi…”. Si tratta di un’occasione di apprendimento mancata. Il problema spesso risiede nella mancanza di tempo che intercorre tra l’esigenza, l’apprendimento e l’interiorizzazione delle competenze.

Perché una proposta di L&D si basi sull’apprendimento permanente, serve essere preparati a fornire risposte molto rapide alle opportunità non appena si presentano attraverso:

1.La creazione di una maggiore porosità tra apprendimento formale e informale:

  • Dal formale all’informale: assicurati che tutti i tuoi programmi includano un approccio di “apprendimento on-the-job”. 
  • Dall’informale al formale: sviluppa di programmi di rinforzo strutturati che possano integrare l’apprendimento informale.

2.La promozione del personal branding: abbiamo tutti una identità professionale. Il nostro brand personale ci dà una sorta di spinta e direzione in termini di competenze. Per svilupparlo e renderci più attraenti – sia all’interno dell’azienda che all’esterno – dobbiamo conoscere le competenze che già possediamo e quelle che dovremmo sviluppare. E in quanto professionisti L&D, possiamo guidare le persone in questo percorso, fornendo loro gli strumenti adeguati.


Contattaci per sviluppare il tema nella tua azienda.


Articolo originale di François Debois.

Per scoprire di più sul tema, consulta il programma del corso Cegos Training Manager: il ruolo del responsabile della formazione

/5 - Voir tous les avis

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti