65 articoli nella sezione: "Formazione"

Progetti internazionali: quale team di formatori scegliere?

 Progetti internazionali: quale team di formatori scegliere?

Articolo di Jonathan Mohadeb Ricordo di una conversazione di molti anni fa con un amico, allenatore di calcio amatoriale. Stava preparando la formazione iniziale per la stagione successiva e ha condiviso con me alcune linee guida. Io poi ho applicato gli stessi principi molti anni dopo nel contesto lavorativo e ritengo che oggi siano utili anche

Cegos

T-group: la semplicità dell’apprendere dall’esperienza

 T-group: la semplicità dell’apprendere dall’esperienza

La formazione è da sempre considerata come un acceleratore di apprendimento e da molti anni è anche una leva strategica per le aziende, soprattutto in situazioni di cambiamento e di innovazione. Spesso però la realtà formativa italiana confonde la formazione con il trasferimento di contenuti e/o di informazioni aziendali. Oppure la si declina in chiave

Alessandro Reati

Feedback: lo strumento per migliorare l’impatto dell’apprendimento

 Feedback: lo strumento per migliorare l’impatto dell’apprendimento

Chi si occupa di formazione (trainer, instructional design, learning manager, ecc.) si chiede costantemente come migliorare il proprio impatto sull’apprendimento. Negli ultimi anni ci si è concentrati spesso sul ridare valore all’esperienza complessiva vissuta dal discente. Da qui l’attenzione è tornata sulla learning experience, ben potenziabile attraverso tool digitali. La questione della “gradevolezza” ha ispirato

Alessandro Reati

L’importanza del feedback nel training: guida per formatori

 L’importanza del feedback nel training: guida per formatori

L’apprendimento degli adulti è un tema complesso, soprattutto quando avviene contestualmente a percorsi formativi promossi dalle aziende. In questo caso, ci sono alcuni fenomeni tipici da considerare: La triangolazione formativa, ossia l’inevitabile scostamento tra aspettative aziendali, del formatore e dei partecipanti La necessità di apprendimento spesso determinata da decisioni organizzative più che da desideri dei

Alessandro Reati

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti